GREEN BEAUTY: COME IMPARARE A LEGGERE L’INCI

Date
Ott, 07, 2019

Come scegli i prodotti cosmetici che acquisti per prenderti cura della tua pelle e dei tuoi capelli? Ti capita mai di soffermarti a leggere gli ingredienti di cui sono composti? Ecco qui una piccola guida per imparare a leggere l’INCI.

come imparare a leggere l'inci

I prodotti che utilizziamo sulla pelle e sui capelli penetrano oltre l’epidermide e vengono assorbiti dalle cellule del nostro corpo, per questo non dovrebbe esserci molta differenza tra un alimento e un cosmetico! Un cosmetico davvero valido, infatti, dovrebbe essere fatto solo con ingredienti naturali e alimentari di ottima qualità e non contenere al suo interno sostanze sintetiche o chimiche di nessun genere.

Come imparare a leggere l’INCI: perché scegliere una cosmesi 100% naturale, vegetale e biologica?

Principalmente perché la pelle è il nostro organo più esteso, ciò che ci protegge dall’esterno e ha la capacità di assorbire buona parte delle sostanze con cui viene a contatto. I principi estratti da fiori, erbe officinali e minerali regalano alla nostra pelle benefici tangibili, proteggendola e rinforzandola senza controindicazioni. Inoltre scegliendo di acquistare o auto produrre cosmetici davvero naturali e privi di sostanze nocive o inquinanti, facciamo qualcosa di utile non soltanto per noi stessi ma anche per il nostro pianeta.

Solo recentemente si inizia a riconoscere l’importanza di una sana cosmesi per la salute della pelle, ma destreggiarsi tra gli INCI dei cosmetici può essere non sempre facile, infatti alcuni prodotti per la bellezza della pelle, definiti ‘naturali’, in realtà non lo sono, almeno non completamente, e tra i loro ingredienti possono nascondersi sostanze non del tutto sicure e innocue.

come imparare a leggere l'inci

Che cos’è l’INCI?

L’INCI – International Nomenclature of Cosmetic Ingredients – è il nostro alleato per scoprire cosa stiamo comprando. Identifica infatti inequivocabilmente gli ingredienti presenti in un prodotto cosmetico, in maniera tale da assicurarci che si tratti di prodotti sicuri, naturali, privi di sostanze chimiche dannose per noi e per l’ambiente.

Importante! Gli ingredienti riportati sull’etichetta sono scritti in ordine decrescente in base alla concentrazione presente nel prodotto al momento della loro incorporazione. Al primo posto si indica sempre l’ingrediente contenuto in percentuale più alta, a seguire gli altri, fino a quello contenuto in percentuale più bassa.

Quali sono le principali sostanze chimiche da evitare?

Di seguito la lista degli ingredienti chimici che sarebbe meglio evitare sebbene non tutti siano stati dimostrati dannosi.

PETROLATI:

  • paraffinum liquidum
  • petrolatum
  • mineral oil
  • vaselina
  • paraffina

SILICONI:

  • dimethicone
  • amodimethicone
  • cyclomethicone
  • cyclopentasiloxane
  • dimethiconol
  • trimethylsiloxysilicate

CONSERVANTI:

  • imidazolidinyl urea (cessore di formaldeide)
  • diazolidinyl urea (cessore di formaldeide)
  • methylchloroisothiazolinone e methylisothiazolinone: conservanti allergizzanti
  • formaldheyde: irrita pelle, capelli e mucose.
  • DMDM hydantoin
  • cocamide Mea, Tea, Dea
  • SLS (sodium lauryl sulfate) e SLES (sodio laureth solfato), al secondo posto negli inci della maggior parte degli shampoo in commercio, molto lavanti e aggressivi, creano molta schiuma
  • Ammonium Lauryl Sulfate
  • PEG Polietilenglicole e PPG: emulsionanti etossilati
  • Triclosan: antibatterico molto penetrante, registrato come pesticida. Ad alto rischio per la salute umana e per l’ambiente.
  • BHA-E320
  • BHT-E321
  • EDTA-TETRASODIUM EDTA (inquinante per l’ecosistema)
  • ciò che termina in –trimonium
  • ciò che termina in –dimonium : inquinante per le acque
  • ciò che termina in –glycol : solventi sintetici aggressivi sulla pelle

fonte @verobiologico

Stella Bellomo

Stella Bellomo

Life Lover & Mamma Green. Social Media Strategist & Content Creator. Stylist.

Leave a comment

Related Posts