Recipes

I GELATINI DI TOPO POSTINO

LE VACANZE DEGLI ANIMALI di Marianne Dubuc

Qualche giorno fa un’amica mi ha detto: “Leggere è come viaggiare, ma senza l’ingombro delle valigie”. E se ci sono libri come “Le vacanze degli animali”, che accendono la curiosità e invitano il bambino alla continua ricerca di dettagli, viaggiare è ancora più bello.
Allora allacciate le cinture, mettetevi comodi, gustatevi un gelato fatto con tanta frutta fresca (qui sotto trovate quello preferito dai topolini del libro, o almeno credo) e preparatevi per un viaggio molto speciale!

Le vacanze degli animali di Marianne Dubuc

Topo Postino è finalmente in vacanza, ma non riesce proprio a rinunciare al suo lavoro! Perché non andare a portare qualche pacchetto ai suoi amici in giro per il mondo?
Seguitelo nella giungla con Mamma Topo, Teo, Tommaso e Tina, scoprite la casa di Tarzan sull’isola vulcanica e gustate una cena in un ristorante in mezzo al mare. In spiaggia o in montagna, fra le nuvole o nell’igloo del signor Polare, in città o sul dorso di un dromedario nel caldissimo deserto. Le storie da raccontare sono potenzialmente infinite e al ritorno la valigia sarà piena di ricordi, avventure e souvenir!

“Le vacanze degli animali di Marianne Dubuc” – Perché leggerlo?

“Le vacanze degli animali”di Marianne Dubuc (Ed.”Orecchio Acerbo”) è uno dei libri preferiti di Stella Bellomo e la sua piccola Aurora. Ho pensato, quindi, di chiedere direttamente a loro il motivo e la risposta è arrivata spontanea.
“Ci piace perché è pieno di dettagli e curato in ogni più piccolo particolare. A due a due le pagine descrivono un’avventura e alla fine del libro sembra di aver letto tante storie, non una sola”.
Per Stella è tanto bello il legame tra la famiglia di topolini, ma è altrettanto affascinante per Aurora il gioco dell’attesa di un postino che ogni giorno suona alla porta di casa per consegnare pacchetti sempre diversi.

I gelatini di Topo Postino

Tra le tappe delle vacanze della famiglia di Topo Postino, non può mancare un po’ di relax sulla spiaggia. C’è chi prende il sole, chi legge sotto l’ombrellone, chi costruisce castelli di sabbia per il signor Granchio e chi, come Teo, è talmente impegnato con il suo aquilone da non accorgersi del chiosco di gelati. Ma non preoccupatevi, farli a casa è più semplice di quanto possiate immaginare, le versioni sono tantissime e tutte molto apprezzate dai più piccoli. Oggi ve ne propongo una senza lattosio con banane e mango.

Ingredienti:

– 2 manghi maturi
– 2 banane
– 3 cucchiai di zucchero (opzionali)
– 125 ml di yogurt di cocco
– 80 ml di latte vegetale (preferibilmente di cocco o di mandorle)

Preparazione per il gelatino di topo postino:

Tagliate a tocchetti il mango sbucciato e la banana. Disponeteli su un piatto e trasferiteli nel freezer: una volta congelati potete chiuderli in un contenitore e utilizzarli quando vorrete, ma non è questo il caso! Ancora freddissimi metteteli in un frullatore o un mixer abbastanza potente e capiente. Cominciate a frullare a velocità sostenuta, aggiungendo piano piano il latte vegetale che preferite e lo zucchero. Otterrete così un composto molto simile a un gelato o un sorbetto.
Potete consumarlo subito, magari servito con frutta fresca e cocco rapé, oppure conservarlo in freezer o, ancora, trasferirlo in stampini da ghiaccioli e alternarlo a dello yogurt di cocco.
Trascorso il tempo necessario avrete i vostri freschissimi gelati: sani, semplici e golosi!

Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *