FamilyLaw

CARTA D’IDENTITA’ ELETTRONICA

Carta d'identità elettronica

La vecchia carta d’identità andrà in pensione! Per il rischio frode, il Consiglio Europeo ha adottato un regolamento per garantire che il documento sia più sicuro. La nuova carta sarà a lettura ottica, avrà una foto e due impronte digitali del titolare conservate su un microchip, la bandiera dell’Unione Europea e il codice dello Stato che l’ha emessa.

Il cambiamento sarà graduale

Nessun disagio verrà causato ai cittadini. Il cambiamento dovrà essere adottato dagli stati entro due anni dall’adozione della normativa e il cambio della carta d’identità avverrà gradualmente, ovvero all’esaurimento della validità legale dello stesso. Le nuove carte d’identità avranno una validità minima di 5 anni e massima di 10. Per i minori, invece, potrà essere inferiore ai 5 anni. Gli Stati membri potranno rilasciare carte d’identità con un periodo di validità più lungo alle persone oltre i 70 anni.

I cittadini che richiederanno il rilascio della carta d’identità elettronica potranno, inoltre, aggiungere alla memoria del microchip elettronico anche la volontà di essere donatore di organi, la propria tessera elettorale e l’abilitazione all’utilizzo dei servizi della Pubblica Amministrazione mediante l’inserimento della propria firma digitale.Carta d'identità elettronica

Come richiedere la carta d’identità elettronica

Per richiedere il rilascio della carta d’identità elettronica il cittadino dovrà recarsi presso il comune munito di:

  • fototessera su un supporto usb;
  • codice fiscale o tessera sanitaria per velocizzare la procedura di registrazione;
  • carta di identità scaduta o in scadenza, da presentare in caso di rinnovo della carta di identità;
  • denuncia di furto o smarrimento resa presso le Autorità competenti, in caso di furto o smarrimento della carta di identità.

Carta d'identità elettronica

Il costo della carta d’identità elettronica è fissato in 16,79 euro (13,76 euro più IVA all’aliquota vigente) e serve per coprire le spese di gestione gestite dallo Stato, comprese quelle di consegna del documento.
A tali spese vanno aggiunti, poi, i diritti fissi ovvero quello di segreteria applicati dai Comuni che resteranno come loro spettanza. L’importo del predetto corrispettivo, unitamente a diritti fissi e di segreteria, verranno riscossi dai Comuni all’atto della richiesta di emissione della carta d’identità elettronica.
In totale, il costo della Carta d’Identità Elettronica per primo rilascio o rinnovo è di circa 22 euro.

Roberta

Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *