FamilyLaw

IL CAMBIO REGALI E’ POSSIBILE?

Cambio regali di Natale

Ricerca affannosa per i regali prima, corsa per il cambio regali poi.

Si perché spessissimo, il regalo ricevuto in dono non fa per noi, e i motivi possono essere diversi: è qualcosa che si possiede già, un capo di abbigliamento di taglia sbagliata, un colore che proprio non piace.
La soluzione alternativa al riciclo del regalo è quella di cambiarlo, anche se non sempre ciò e possibile, poiché non esiste alcun riconosciuto diritto al cambio e tutto quello che si riesce a cambiare è una gentile concessione del venditore.

In effetti sta proprio alla discrezione del negoziante stabilire se un cambio può essere effettuato e con quali modalità. Sempre più spesso assieme al regalo viene emesso uno scontrino, chiamato di “cortesia”, che non indica il prezzo dell’articolo e che consente la sua sostituzione anche dopo le festività: l’articolo va riconsegnato integro con il cartellino e la scatola originale, accompagnato dallo scontrino cortesia.

Cambio per difetti

E se ci sono dei difetti (cosiddetti «vizi»)? In presenza ad esempio di una scucitura, un buco, una macchia, una perdita del colore, un bottone mancante, una cerniera difettosa che non chiude bene, il diritto alla sostituzione è indiscutibile, così come decretato dal Codice del Consumo (d.lgs. n. 206/2005), che, agli articoli 130 e seguenti prevede il diritto alla sostituzione del prodotto o alla restituzione del prezzo dell’articolo (cosiddetta garanzia).

Sono due i mesi entro i quali un articolo difettoso o mal funzionante può essere sostituito. La garanzia per prodotti dell’Unione Europea è di due anni dalla data dell’acquisto e l’azione destinata a far valere i vizi del bene si prescrive in 26 mesi dalla consegna del prodotto.
La garanzia non è subordinata, tra l’altro, alla presenza dello scontrino fiscale, ne alla presenza di un imballaggio originale poiché non sempre possono essere conservati per i 2 anni successivi all’acquisto.

Cambio regali di Natale

E se la merce è in saldo? In caso di merce difettosa il cambio è assicurato anche in periodo di saldi, sconti e 3×2.

Regali acquistati su e-commerce

Nell’epoca dell’e-commerce, sempre più spesso i regali non si acquistano nei negozi ma on line oppure per telefono o nelle fiere. In questi casi, ossia quando gli acquisti non sono effettuati nei negozi, il diritto alla sostituzione è disciplinato diversamente, in quanto occorre rifarsi alla normativa che regola il diritto di recesso: il consumatore ha tutto il diritto di restituire entro 14 giorni dal ricevimento i regali indesiderati o sbagliati, inoltre non deve mai giustificare la sua decisione e non può subire penali o sovrapprezzi di vario genere.

La legge regola quindi tutte le ipotesi di acquisto e successivi cambi, ma, come in tutte le cose, è sempre il buon senso che risolve alcune questioni: nella stragrande maggioranza dei casi, infatti, in assenza di una previsione normativa, non sarà complicato trovare un commerciante che si professa a favore del cambio.
Avv. Francesca Andreoli

Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *