Biocosmesi

Il primo concetto trend nel settore beauty ha una parola chiave: GREEN
– TUTELA DELL’AMBIENTE
– SOSTENIBILITA’
– NATURALE BIOLOGICO

Biocosmesi

TUTELA AMBIENTE E SOSTENIBILITA’

Prima di iniziare vorrei precisare intanto, che, un prodotto sostenibile non è sempre naturale e un prodotto naturale non è sempre sostenibile… per parlare di sostenibilità bisognerebbe avere informazioni precise e dettagliate su le aziende produttrici, impegnate in campagne piuttosto complesse che vanno dall’utilizzo di strumenti sostenibili, tecnologie chimiche che rispettano il pianeta producendo al tempo stesso ingredienti utili, riducendo gli scarti di fabbricazione al minimo, senza produrre residui ambientali a tossicità elevata, ottimizzando invece, le risorse offerte dal suolo, dal sole, dall’acqua fino al sostentamento delle popolazioni povere.
Quindi mi limiterò a parlarvi di cosmesi naturale e biologica, in quanto più vicina alle mie competenze.

COSMETICA BIO

Oggi l’utilizzo e la commercializzazione di prodotti a basso impatto ambientale e biocompatibile senza l’utilizzo di additivi aggiunti che riducono notevolmente l’impatto sulla salute della pelle, rappresenta il 10% del mondo cosmetico e si tratta di un fenomeno Italiano, a differenza degli altri paesi dove i prodotti biologici e vegani sono sempre più diffusi.
Ad ogni modo nel campo biochimico dermatologico la cosmesi naturale è in continua ascesa.

MA COME RICONOSCERE UN COSMETICO BIO?

Un cosmetico bio per essere identificato come tale deve:
– Essere formulato con prodotti a coltivazione biologica;
– Possedere le seguenti certificazioni ( ve ne elenco solo alcune);
CCPB ( Consorzio per il Controllo dei Prodotti Bio), ICEA ( Istituto per la Certificazione Etica e Ambientale), COSMOS ( Cosmetic Organic Standard);
– Avere un packaging biodegradabile, in vetro o venduti sfusi;
– Deve possedere un buon INCI (International Nomenclature Cosmetic Ingredient) ovvero l’elenco in ordine crescente degli ingredienti contenuti, riportati solitamente col nome latino.

Biocosmesi

COSMETICA NATURALE

Alla base del cosmetico naturale c’è la fitocosmesi che utilizza i principi attivi della pianta, la quale può essere utilizzata fresca (appena raccolta) o essiccata (a temperature non superiori ai 40°C). Alcune di queste vengono definite anche “piante medicinali” perché possono essere utilizzate per la cura di alcune patologie. Le piante che posseggono proprietà terapeutiche, vengono chiamate droghe , e all’interno della loro complessa composizione rientrano i principi attivi o sostanze funzionali, che sono quelle sostanze che conferiscono al cosmetico una determinata e finalizzata caratteristica.
Da qui si possono estrarre : oli essenziali, tinture madri, acque aromatiche, mucillagini, oli, burri ecc. con proprietà emollienti, idratanti, lenitive, cicatrizzanti ecc…

Biocosmesi

COSMETICA NATURALE DEL CEREALE

Un’altra fonte innovativa di cosmesi è l’utilizzo dei cerali (piante erbacee che producono semi e frutti), i lori semi sono ricchi di amido, che dal punto di vista cosmetico sono delle vere e proprie miniere di strutture interessanti.
Per esempio:
– le proteine del grano hanno un effetto protettivo sulla pelle contro le aggressioni, essendo in grado di creare un effetto barriera;
– le proteine dell’avena stabilizzano l’acidità cutanea, in grado di lenire la cute dagli arrossamenti, utile nella detersione intima, in più i granuli dell’avena si comportano come delle piccole spugne assorbenti dello sporco;
– l’amido di riso conosciuto anche come polvere aspersoria protegge la pelle secca, ha anche ottime proprietà assorbenti nei casi di eccessiva sudorazione;
– l’ olio di germe di grano, è essenziale nel trattamento della pelle secca, grazie al suo contenuto di trigliceridi insaturi cerosi viene utilizzato in cosmetica anche per la formulazione di rossetti;
– la crusca di riso impiegata come leggero esfoliante.

Insomma: sembra proprio che il patrimonio delle piante di cui disponiamo in natura, utilizzate ai fini della cosmesi naturale sia veramente infinita!
Raffaella

Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *