Moda

ETICA E SOSTENIBILITA’, NELLA VITA E NELLA MODA

Etica e sostenibilità

Al di la della semplicità del concetto, sono temi molto complessi e pieni di sfaccettature, diventati molto popolari grazie a tantissime campagne di sensibilizzazione.
Si parla sempre più spesso infatti, di rispetto per il pianeta e di come poter ridurre l’impatto del nostro stile di vita sulla terra. Il web è strapieno di consigli più o meno semplici da mettere in pratica, ma la domanda è: siamo davvero in grado di farlo? è davvero fattibile vivere in modo sostenibile?
Io credo che la risposta non possa essere e non debba essere categorica. Io credo che tutti potremmo prestare maggiore attenzione alle scelte che facciamo cercando di migliorare il nostro stile di vita, ma non credo che sia possibile vivere totalmente in modo sostenibile, almeno per la maggior parte di noi.

Etica e sostenibilità

Abbracciare uno stile di vita completamente green, etico e sostenibile richiede due cose fondamentali: Tempo e Denaro.
Tempo perché una ricerca accurata dei prodotti da utilizzare ed acquistare richiede tempo, e spesso proprio il tempo è il nostro miglior nemico.
Denaro perché nella maggior parte dei casi, i prodotti ecologici ed eco-sostenibili, sono molto più costosi degli altri.

Come fare quindi per vivere in maniera etica e sostenibile senza impazzire?

Il mio consiglio è quello di partire per step. E’ inutile svegliarsi una mattina e decidere di buttare tutto all’aria e cambiare vita. Un passo alla volta è la cosa migliore, magari partendo dalle cose più semplici, come per esempio riducendo l’uso della plastica o facendo il bucato il maniera più consapevole.
A tal proposito vi lascio un paio di link che ho trovato molto utili e che io stessa sto cercando di seguire!
12 Modi per ridurre la plastica
Genitori sostenibili: il bucato

Un’altra cosa che potremmo fare per avvicinarci ad uno stile di vita a basso impatto sull’ambiente, è prestare maggiore attenzione a ciò che indossiamo e facciamo indossare ai nostri bambini.
Decidere di indossare capi di abbigliamento seguendo una tendenza etica e sostenibile, significa scegliere con consapevolezza di rispettare l’ambiente e le persone che ci lavorano.
Ma facciamo un passo indietro…

Cosa significa esattamente moda eco-sostenibile di cui sentiamo tanto parlare?

La definizione letterale potrebbe essere: “Realtà basata sull’etica e sulla sostenibilità. L’etica applicata alla moda si riferisce alle condizioni di lavoro e al benessere dei lavoratori. Da un punto di vista sostenibile, invece, ha lo scopo di proteggere l’ambiente. La sostenibilità si basa principalmente sull’utilizzo di materiali non dannosi per l’ambiente sia durante la produzione che nello smaltimento”.

Scegliere di indossare capi sostenibili, significa quindi scegliere prodotti realizzati non solo con materiali non impattanti sull’ambiente ma anche lavorati e confezionati nel rispetto dei lavoratori, valorizzando e salvaguardando le eccellenze artigianali. Esistono molti livelli di sostenibilità ed eticità nelle aziende e molto spesso è veramente difficile trovarne di etiche e sostenibili al 100% ma volendo qualcosa si trova, soprattutto in piccole realtà! Come dicevo prima, i prezzi sono molto diversi da quelli a cui siamo abituati e se pariamo di moda bambini, il dubbio del “ne vale veramente la pena?” è del tutto lecito!

Etica e sostenibilità

Moda green ed eco-stenibile per bambini. Quanto costa?

Dimentichiamoci la parola “economico” e fissiamo l’attenzione sul valore. Non tanto il valore materiale ma il valore etico. Qualunque sia la motivazione che ci ha spinto ad avvicinarci ad una moda sostenibile, ha un fondo di sensibilità e coscienza, qualcosa che va quindi molto oltre il valore materiale.
I bambini però crescono davvero molto in fretta e sono in grado di rovinare una felpa o un paio di pantaloni alla velocità della luce! A meno che non si abbia a disposizione un capitale vero e proprio da poter investire nel loro guardaroba, scegliere di vestire i bambini con abbigliamento sostenibile non è proprio alla portata di tutti! Con qualche escamotage però ce la si può fare!

Come vestire i bambini con abbigliamento sostenibile senza svenarsi

“Comprare in modo sostenibile significa comprare meno e meglio” Questa frase a me rimbomba in testa dalla prima volta che l’ho letta sul blog della mia amica Angela di Concosalometto che sull’argomento moda etica e sostenibile sta facendo un bellissimo lavoro di ricerca e condivisione. Se non la seguite già fatelo, vi si aprirà un mondo fatto di consigli a portata di mamme!

Comprare meno e meglio significa scegliere di acquistare solo il necessario e di una qualità superiore, in modo che l’anno successivo (crescita permettendo) il capo acquistato sarà ancora perfetto e non da buttare!
Dovremmo quindi allontanare da noi l’idea dello shopping sfrenato e non ragionato. E’ il momento di ragionare eccome!

Una scelta che ripaga (anche il nostro conto in banca), è la scelta di acquistare esclusivamente in saldo. La maggior parte dei brand di abbigliamento di moda sostenibile, non propone mai collezioni particolarmente stravaganti o completamente diverse da stagione in stagione. La maggior parte dei capi proposti hanno linee pulite e versatili e colori neutri facilmente abbinabili. Questo significa che acquistando un capo in saldo, non comporterà il rischio di aver acquistato un capo che l’anno successivo sarà passato di moda, ma la certezza di avere nell’armadio un capo bellissimo di qualità e senza tempo. Unico consiglio, occhio alle taglie! In previsione di far indossare al bambino un capo l’anno successivo, scegliere piuttosto una taglia o due in più!

Etica e sostenibilità

Molti brand che vendono attraverso uno store online inoltre, dispongono di una sezione outlet dove, tutto il tempo dell’anno, si possono trovare ultime taglie, fine serie o capi in stock e sono occasioni speciali da non perdere!

E per l’asilo e la scuola? Come vestire i bambini con una scelta di vita sostenibile?

La scelta migliore che possiamo fare è adottare la filosofia del riciclo. Per i fratelli piccoli possiamo riutilizzare i capi dei fratelli maggiori per esempio, e sull’argomento avevo scritto un articolo qualche tempo fa di cui vi lascio il link qui.
Se avete figli unici nessun problema, sono certa che qualche amica vi passerà sicuramente qualche indumento ancora in ordine e perfetto per essere utilizzato per l’asilo o la scuola! E’ davvero un peccato infatti dover scartare o buttare dei capi (sostenibili o no) quando ancora sarebbero perfetti e portabilissimi!
Il riuso è una delle prime regole di uno stile di vita sostenibile, perché quindi non adottarlo anche nella moda?
Esistono inoltre diversi siti specializzati proprio nella vendita di capi usati e certificati per bambini, uno fra cui Cotton Poppies, che ho scoperto qualche tempo fa e su cui ho trovato capi molto molto interessanti anche per le mie bambine!

Vivere e viaggiare sulla strada della sostenibilità è possibile, basta farlo con consapevolezza e un passo alla volta, senza rinnegare il passato ma con gli occhi puntati all’orizzonte e al futuro.
Sara

Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *