Expat

COME PARLARE CON I FRANCESI: 7 TRUCCHETTI

Come parlare con i Francesi

Come di certo saprete, quando ci troviamo all’estero è fondamentale fare immediatamente una buona impressione ai nostri interlocutori. A volte le espressioni basilari che abbiamo studiato sui libri di scuola, o peggio sulle guide turistiche, sono in realtà poco utilizzate e possono sortire l’effetto indesiderato di farci sembrare impacciati e insicuri. Come succede in tanti ambiti, la pratica è molto diversa dalla teoria.
State programmando una vacanza in Francia per questo autunno e non sapete come parlare con i Francesi?
Per voi una lista di trucchetti da utilizzare per uscire indenni (o quasi) dalle chiacchierate non formali con le persone del luogo.

1. Rispondi alle affermazioni del tuo interlocutore con “A bon?” oppure “C’est vrai?”
Facciamo un esempio. Sophie, la proprietaria del tuo B&B ti dice:
“Stasera preparo una minestra di carote” Puoi rispondere: “A bon?”
Corrisponde un pochino al nostro “Ah sì?” Una risposta facile da ricordare, da pronunciare, che darà subito a Sophie l’impressione di parlare con una persona sveglia e la stimolerà a proseguire il discorso.

2. Non utilizzare il “NE” per le negazioni.
So che su tutti i libri di grammatica la regola per costruire le frasi negative è quella di utilizzare il binomio NE – PAS a cavallo del verbo, ma nella lingua parlata non si utilizza quasi mai. Quindi se vuoi dire “non capisco” ti basterà dire: “Je comprends pas.”

3. Ringrazia in modo esteso.
La parola francese di certo più conosciuta al mondo è “merci”. Vuoi stupire il tuo interlocutore e dimostrargli che puoi andare al di là del libro di francese delle scuole medie? Utilizza espressioni del tipo “Je Vous Remercie” (vi ringrazio) oppure “Merci, c’est tresgentil” (Grazie, è molto gentile). Come saprai l’educazione (almeno a parole) è molto importante per i francesi: farai un’ottima impressione.

4. La pronuncia di OUI.
Dopo merci, la parola più conosciuta è oui! Ma sai come si pronuncia? La maggior parte delle persone che incontrerai non dirà mai “UI” ma “UE”, quindi in una conversazione non formale puoi sentirti libero di dire anche tu così.

Come parlare con i Francesi

5. Utilizza ON al posto di NOUS.
Se durante una chiacchierata con Sophie, volete dirle che parlate italiano non dirle “Nous parlons italien” ma piuttosto “On parle italien”. Nelle conversazioni non formali si utilizza infatti il pronome ON seguito dal verbo alla terza persona singolare.

6. Non capovolgere le proposizioni interrogative.
Anche se va contro la regola di grammatica generale, nelle conversazioni non formali, non è necessario costruire la frase interrogativa spostando gli elementi della frase. E’ un passaggio superfluo che si può evitare. Se vuoi chiedere a Sophie “Hai mangiato?” non è necessario dire “Est-ce que tu as mangé? ” Oppure “As-tu mangé?
Basta dire la frase positiva con una intonazione della voce interrogativa. Sentiti libero di dire semplicemente : “T’as mangé?”

7. Arricchisci il tuo discorso con espressioni colloquiali.
Ci sono piccole paroline ed espressioni che puoi aggiungere qui e là all’interno del discorso, come “voilà”, “bon”, “bref”, “quoi” ed il meraviglioso “Oh-la-la”
Non esiste un significato preciso e univoco di alcune di queste espressioni, sono utilizzate come intercalare ed in mille situazioni diverse. Pensiamo ad “Oh-la-la”!
Lo puoi usare per dire: “oh la la, che disastro!” , ma anche in maniera opposta: “Oh la la, che meraviglia!”

Prima di lasciarvi, vi do un ultimo consiglio su come parlare con i francesi all’interno dei negozi o degli uffici. Ricordate che per non rischiare di essere ignorati, e per ottenere l’attenzione del vostro interlocutore dovete sempre iniziare il colloquio con un forte e chiaro “bonjour madame” o “bonjour monsieur”. Non dimenticatevi di far seguire il saluto da un “excuse-moi” oppure ancora meglio da “s’il vous plaît”. Questa semplice regola di base vi permetterà magicamente di essere ascoltati con più attenzione. In questo modo, anche se non riuscirete ad esprimervi al meglio, chi vi ascolta probabilmente si sforzerà di venirvi incontro…in qualche modo!
Mariagiulia

TagsExpat
Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *