Bellezza

VERRUCA: COME CURARLA

Verruca

Quando noti un’escrescenza sospetta sotto la pianta del piede, palmo delle mani o dita, fai attenzione, potrebbe trattarsi di una verruca!
Una patologia che a noi estetiste capita spesso di incontrare.
Il nome medico della Verruca vulgaris deriva dal greco e significa piccolo porro.
Bambini, adolescenti e persone col sistema immunitario indebolito sono le persone più a rischio.
Si tratta di uno dei tanti virus del HPV (papilloma virus), che prolifera in ambienti caldo/ umidi: ecco perché l’insorgere delle verruche è frequente negli ambienti promiscui come le palestre, spogliatoi…
È facilissimo entrare in contatto con il virus, basta passeggiare a piedi nudi sulle passerelle delle spiagge, sul pattino al mare, sui bordi delle piscine così come sulle moquette, oppure mediante l’uso comune di oggetti: pomelli, rubinetti, maniglie…
È importantissimo riconoscerle in tempo per evitare che possano diffondersi sotto l’unghia o contagiare zone vicine.
Ma come vi dicevo, per contrarre una verruca bisogna trovarsi in: condizioni favorevoli, predisposizione ad ammalarsi, onicofagia (rosicchiarsi le unghia), micro traumi ecc..

Verruca

Come riconoscerle:
Sono delle piccole escrescenze simili a “bozzi” e possono crescere sia all’interno che all’esterno della pelle.
Quando il virus entra in contatto con la nostra pelle essa risponde con una iper produzione di cellule cutanee. Sono dolorose e facilmente confondibili con i calli.
Di per sé non sono pericolose, ma sicuramente fastidiose, perché rischiano di diffondersi e trasferirsi in altre zone del corpo.
Sicuramente la prevenzione è fondamentale!
Il mio consiglio è quello di portare con sé delle ciabattine personali e un igenizzante da passare sulle mani ogni qualvolta si frequentano luoghi pubblici affollati.
Ed in caso di contagio rivolgersi al medico specialista (dermatologo), il quale provvederà a trattarla in maniera risolutiva con trattamenti cheratolitici o azoto liquido.
Alcune per esempio guariscono da sole nel giro di qualche mese, infatti una delle caratteristiche è l’auto-guarigione, questo avviene perché spesso il virus si esaurisce da solo, senza alcuna terapia.

Verruca

Vi lascio una piccola curiosità:
Avete mai sentito parlare della “segnatura”?
È una pratica mistica contro le verruche.
Pare esistano guaritori (almeno un tempo) che esercitano dei nodi con fili di paglia di frumento, facendo una croce su ogni singola verruca oppure strofinano il liquido secreto delle foglie di fico mentre si guarda una stella cadente.
Alcuni informatori parlano di questa guarigione, perché nella genesi della verruca c’è una forte componente psicosomatica, ed ad alcuni soggetti particolari funge da antistress psichico tanto da determinare la guarigione entro qualche giorno.
Raffaella

Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *