Vacanze da expat

E’ finalmente tornato quel periodo dell’anno. Il periodo che preferisco: quello delle vacanze!
Da quando sono expat questo periodo coincide, almeno una volta l’anno, con il rientro in Italia. Quest’anno poi sarà ancora più bello!
Il trasloco improvviso dal Perù ci ha segnato abbastanza. E’ stato talmente veloce e imprevisto che siamo ancora straniti! Certo ci siamo già riorganizzati e la nostra vita ormai è qui in Argentina ma siamo tutti stanchi e nervosetti. Abbiamo proprio bisogno di vacanza!
Già stiamo sognando la nostra Sardegna e il mare, le coccole dei nonni e il cibo buono!
Gli amici sono già stati allertati e le nonne stanno preparando i manicaretti per i nipoti! Siamo tutti sovraeccitati da tempo!

Vacanze da expat

Non vedere la propria famiglia per un anno intero è dura. Certo ci sentiamo spesso via skype e con vari messaggi ma sappiamo tutti che non è la stessa cosa.
In genere poi per noi vacanza significa proprio tornare a casa. Ci ritagliamo spesso viaggi nei dintorni del paese dove stiamo ma si tratta sempre di qualche giorno quindi non le chiamiamo vacanze! Quelle vere per noi sono in genere quelle che coincidono con l’estate italiana e durano almeno 3 settimane! 3 lunghe settimane di relax e profumi di casa! La mia piccola non sta più nella pelle! Ha già preparato la sua mini valigia con i costumi da bagno e gli occhiali da sole: ha già chiaro cosa fare in vacanza! Il piccolo mi chiede quando prendiamo l’aereo e prende i suoi giochi da portarsi via. Insomma, finalmente andiamo a goderci il meritato riposo!
Lo riconosci un expat che deve partire: occhi luminosi, sorriso sulle labbra e eccitazione palpabile!! Le mie amiche qui hanno iniziato il giro souvenir da prima di me! Le ho seguite per capire cosa prendere e dove andare, ci sono cosi tanti bei negozi qui a Buenos Aires che ero persa! Alcune sono già partite e mi mandano foto da posti bellissimi!
Insomma, sono così felice di partire che mi farò prendere dall’ansia da “valigia da prepare” molto presto! Cosa ci metto dentro? Ogni anno la stessa storia! E ogni anno uso la metà (se va bene) di quello che ci ho portato! Cosa può servire se non una serie di costumi da bagno per la Sardegna?
Per non parlare della valigia del rientro! Sarà così piena di delizie che ogni anno mi aspetto di essere fermata alla dogna per spaccio di cibo!

Vacanze da expat

E se prima l’idea di “dover” tornare in Sardegna per le vacanze mi pareva una costrizione, adesso mi sembra un regalo! Da quando ho i bambini penso che non ci sia niente di meglio che fargli assaporare anche se per poco i colori e i profumi della nostra terra, costruire radici che spero coltiveranno negli anni! Vorrei che iniziassero a chiamare casa la terra che mi ha visto crescere e di cui gli parlo spesso.Spero si affezionino alla Sardegna e che imparino ad amarla in quei pochi giorni in cui ci stanno, e spero che per loro sia un piacere tornarci. Non è detto che la nostra esperienza all’estero continui per sempre, non ci siamo mai posti limite, continuiamo a lavorare e viaggiare finchè possiamo. La nostra idea è quella di rientrare un giorno e viverci il nostro posto nel mondo. Nel frattempo faremo le nostre vacanze da expat nella nostra isola felice!!
E voi? Siete già in vacanza? Dove andrete di bello o dove siete?
Fatemi sognare!
Nadja

Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *