Miniorto

Siamo arrivati al secondo appuntamento con la rubrica per piccoli giardinieri sull’orto urbano con un nuovo, divertentissimo, libro!
“RAVANELLO, COSA FAI?”

Miniorto

Per realizzare insieme ai piccoli di casa il nostro orticello metropolitano ci servono: un terrazzo soleggiato, alcuni vasi o cassette della frutta vuote foderate di plastica bucherellata sul fondo, qualche cartone delle uova riciclato utile per avviare il semenzaio, terriccio, uno spruzzino per l’acqua e tanti, tanti semi!
“Per un bambino l’orto è l’ambiente ideale per apprendere non solo forme, colori, sapori e odori, ma anche per imparare la pazienza: seminare, curare i germogli e aspettare la nascita di una piantina significa infatti rispettare i tempi della natura e “coltivare” l’arte dell’attesa.”
Avviare un mini orto urbano è davvero un modo semplice ed ecologico per insegnare grandi concetti in modo pratico e semplice e lasciare un seme di vero amore e meraviglia verso la natura e i suoi segreti.

Miniorto

Miniorto

Qui siamo noi ad avere il compito di permettere ai nostri bimbi di diventare dei piccoli giardinieri e ortolani capaci di prendersi cura di una piantina e, nello stesso tempo, di accompagnarla nella sua crescita felice!
Abbiamo iniziato con il libro ‘Teodoro coltiva i fagioli’, seguendone i passaggi giorno dopo giorno grazie ai consigli dei due simpatici castori protagonisti della storia, Teodoro e Ciccio.
Adesso, in questo secondo capitolo del mini orto, ci lasciamo guidare dal libro edito da Editoriale Scienza intitolato “Ravanello, cosa fai?”
Tra tanti, abbiamo scelto questo libro perché dettagliato e allegro allo stesso tempo.
Un libro colorato e piacevolmente illustrato utilissimo a stimolare la pazienza e il senso di responsabilità, incuriosire il bambino sulla provenienza del cibo, condividere con lui esperienze pratiche anche di cucina e, perché no, iniziare da un ravanello per poi coltivare un piccolo orto in cassetta!

Miniorto

Per 9 mesi si aspetta un fratellino, per 12 mesi il compleanno, per tre stagioni si attendono le vacanze estive; quanti giorni devono passare prima che un ravanello possa essere colto?
Per scoprirlo non resta che deporre in un vaso una manciata di semi seguendo i consigli pratici del libro, e vedere cosa succede. E nel frattempo? Una storia al giorno accompagna la natura nel suo corso!
Storie di talpe, coccinelle, libellule, merli, scoiattoli… Non manca naturalmente qualche ricetta per gustare il frutto dell’attesa.

INIZIAMO?

Trovate i video con tutti i passaggi per SEMINARE i RAVANELLI insieme a noi nelle storie intitolate MINIORTO in evidenza sul mio profilo Instagram:
E sui profili Instagram di:
Martina
Cristina
Carlotta
Camilla

OPPURE SEGUITE L’HASHTAG #MINIORTO!

ECCO COSA OCCORRE PER INIZIARE:
– un angolo di terrazzo soleggiato o di giardino, oppure il davanzale di una finestra luminosa
– tanti vasi, vasetti, cartoni delle uova e cassette della frutta foderate
– terriccio
– acqua
– semi di ravanello

Miniorto

Miniorto

Al resto pensa la natura, ma questa semplice attività rimarrà con voi e con i vostri bimbi per sempre!
Stella

Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *