SmileRoutine

QUATTRO COSE DA SAPERE SUL CIUCCIO!

4 cose da sapere sul ciuccio

I nostri bimbi ne hanno davvero bisogno o è solo un vizio?
Care mamme oggi parlo con voi. Quello del ciuccio è un argomento molto discusso e studiato, ho radunato di seguito 4 considerazioni che dovete assolutamente tener presente.

4 cose da sapere sul ciuccio

1. Il ciuccio va introdotto preferibilmente una volta avviato e stabilizzato l’allattamento e quindi di norma intorno alla quinta settimana di vita. Aspettare questo tempo è fondamentale per abituare il bambino al giusto istinto nutritivo evitando un calo potenziale della richiesta di latte che ne causerebbe una minor produzione.

2. Non è un vizio, non in principio, anzi! Può sfavorire le apnee del sonno, regolarizzare il battito cardiaco e ridurre la percezione di dolore o smarrimento. È una grande fonte di serenità per il piccolo.

3. Vi parlo da igienista dentale: non intingete mai il ciuccio nel miele o nello zucchero se volete che i dentini crescano sani. E non bagnatelo con la vostra saliva se per caso cade in terra e volete riutilizzarlo. Portatene uno di scorta sempre con voi. Perché? Perché nella vostra bocca ci sono miliardi di batteri e credetemi se vi dico che non sono tutti buoni…

4. L’età ideale per abbandonare il fidato ciuccio è tra i 2 e 3 anni e nella maggior parte dei casi avviene in maniera naturale. Non succede? No panic! Ricordate al bambino che prima o poi dovrà lasciarlo e gratificatelo tutte le volte che se ne priva. Non rimproverategli il contrario! Ogni momento è buono per smettere di usarlo tranne che in coincidenza di altri eventi e cambiamenti particolari come l’eliminazione del pannolino, un cambio di asilo, il passaggio dalla vostra camera alla cameretta da soli. Dato che siamo nel periodo delle Feste, non fatevi venire la terribile idea di fare prendere il ciuccio a Babbo Natale o alla Befana, altrimenti il vostro bimbo crescerà odiandoli e non si godrà buona parte delle gioie di questi giorni anche negli anni a venire.

4 cose da sapere sul ciuccio

Ricordatevi che ogni bimbo ha la sua storia, le sue esigenze e il suo carattere. Non si possono dare regole troppo generali, bisogna valutare caso per caso. Ad esempio se il ciuccio viene sostituito dal dito si può arrivare anche a perderne l’abitudine intorno ai 5 anni oppure nei nati prematuri si utilizza da subito, per abituarli al futuro allattamento. In altre parole non diventate matte per la questione ciuccio, che la vita è già tanto complicata. Lasciatevi consigliare dal pediatra che conosce bene il vostro bimbo e se volete intorno ai 4 anni potete già portarlo dal dentista, per una valutazione scheletrica, ma senza ansie!
Tatiana

Share:

2 comments

  1. Ilaria 2 gennaio, 2018 at 12:00 Rispondi

    Non sapevo che non bisognava “pulire “il ciuccio con la propria saliva..io l’ho sempre fatto ma ora smetterò grazie per quesro articolo

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *