MidWife

LA SESSUALITA’ DOPO IL PARTO

La sessualità dopo il parto

La sessualità dopo il parto è solitamente uno dei problemi principali per ogni papà e di solito l’ultimo per la maggior parte delle mamme. Non c’è dubbio che una delle prime domande che i papà fanno alle mamme quando tornano dalla visita di controllo dopo il periodo post partum è: “Allora? Possiamo fare sesso?”.
Nel frattempo, la sola domanda fa ribollire dentro le donne. Se già erano poco intenzionate a fare sesso prima di questa domanda, figuriamoci dopo!
Così di solito fanno un respiro profondo e rispondono:”No, non ancora.”, lasciando intendere che il ginecologo ha detto che non sono ancora pronte, anche se in realtà sono loro a sentirsi così.
Alcune donne prendono come scusa il fatto che il bambino dorme nel lettone; altre usano vecchie frasi come “Ho mal di testa”, “Sono esausta”, “Mi fa male”, “Non sopporto che tu mi veda così”. Tutte queste affermazioni hanno un nocciolo di verità, ma una donna che ha paura di ricominciare a fare sesso le usa come una corazza.

La sessualità dopo il parto

In sei settimane dopo il parto i miracoli non si possono fare, è infatti questo il tempo necessario per il primo controllo ginecologico, oltre che per riprendersi da un’ episiotomia o da un taglio cesareo. Ma ciò non significa che tutte le donne saranno tornate come prima in sei settimane, o che saranno emotivamente pronte per riprendere la loro vita sessuale.
Inoltre il sesso dopo il parto cambia davvero. Gli uomini che vogliono riprendere subito a fare l’amore spesso non si rendono conto di quanto cambi il corpo di una donna che ha partorito: i seni sono dolenti, la vagina si è allargata, le labbra sono più grandi e il minor livello di ormoni può renderla secca. L’allattamento, poi, può complicare ulteriormente le cose. Se prima una donna provava piacere nell’essere stimolata sui capezzoli, ora potrebbe trovare la cosa dolorosa o addirittura ripugnante: il seno improvvisamente appartiene al suo bambino.
Considerando i vari cambiamenti, come potrebbe non essere diverso anche il modo di sentire il sesso?
Anche la paura può avere un ruolo: alcune donne sono preoccupate di essere “troppo tese” per dare e provare piacere. Altre anticipano il dolore, e questo basta a renderle nervose anche solo all’idea di fare l’amore. Quando durante l’orgasmo, il latte fuoriesce dal seno, qualcuna potrebbe provare imbarazzo o pensare che il compagno trovi la cosa spiacevole.
Alcuni uomini potrebbero avere problemi ad accettare il nuovo ruolo di madre della compagna, ed avere problemi ad entrare in intimità con lei.

Non ci sono soluzioni istantanee, ma solo alcuni consigli:
– parlatene apertamente
– ammettete i vostri reali sentimenti e parlatene insieme
– dite la verità e non nascondetevi dietro a delle scuse.
Le donne, ma anche gli uomini, hanno bisogno di sentirsi apprezzate e desiderate, e hanno bisogno di qualcuno che si prenda cura di loro.

Considerate la vostra vita sessuale prima di diventare genitori
E’ necessario che una coppia abbia aspettative realistiche riguardo alla propria vita sessuale. Non aspettarsi più di quello che accadeva prima del parto. Se la vita sessuale di coppia non era così buona prima del parto, non migliorerà certo dopo.

Mantenere le vostre priorità
Decidete cosa sia importante per voi in questo momento e aggiornate la situazione qualche mese dopo. Se entrambi decidete che fare l’amore è importante, dedicatevi spazio e tempo.

Diminuite le vostre aspettative
Il sesso è intimità, ma non tutta l’intimità è data dal sesso. Se non siete pronte per fare l’amore, trovate altri modi per essere intimi. Gli uomini devono essere pazienti e non dovrebbero prendere la riluttanza di una donna sul personale.

Come si sentono le donne
Esauste: “Il sesso è solo un altro compito da svolgere.”
Nervose:”Sembra che tutti pretendano qualcosa da me.”
In colpa:”Tolgono qualcosa al marito o al bambino.”
Vergognose:”Se il bambino è nella stanza accanto mi sembra di fare qualcosa di nascosto.”
Disinteressate:”E’ l’ultima cosa che ho in mente.”
In guardia:”Se lui mi bacia, mi dice “Ti amo”, o mi mette un braccio intorno alla vita, mi sembra che abbia delle aspettative.”

Come si sentono gli uomini
Frustrati:”Quanto dobbiamo aspettare?”
Rifiutati:”Perchè non mi vuole?”
Gelosi:” Si occupa più del bambino che di me.”
Risentiti:”Il bambino le ruba tutto il tempo.”
Arrabbiati:”Quando tornerà normale?”
Confusi:”Va bene se le chiedo di fare sesso?”
Ingenui:”Ha detto che se il dottore le avesse dato il permesso avremmo potuto fare sesso, ma da allora sono passate settimane.”

La sessualità dopo il parto

Questo è un argomento di cui si parla poco, ma appena se ne parla le neo mamme hanno molte cose da dire, da chiedere e spesso cercano il confronto con le altre mamme. Spero che questo articolo possa esservi utile per trovare qualche spunto e ricordatevi che non c’è niente di sbagliato in nessun sentimento che si prova, l’importante è essere sinceri l’uno con l’altro, perché diventare genitori è molto più impegnativo di quello che si pensa, ma non dobbiamo scordarci di essere prima di tutto una coppia che proprio dall’ amore ha dato alla luce il dono più bello.
Caterina

Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *