IN OGNI CASA UNA ZUCCA PELATA IN QUESTA NOTTE STREGATA…

Date
Ott, 19, 2017

Chi di noi quando pensa alla festa di Halloween non immagina subito di intagliare una bella e grossa zucca gialla? Ebbene si, come da tradizione, la zucca è uno dei simboli di questa antica ricorrenza, e se possiamo dirlo anche l’immagine delle giornate autunnali! Scopriamo quali sono allora i benefici che questo colorato ortaggio può apportare così da poterlo consumare con maggiore consapevolezza.
La zucca gialla appartiene alla famiglia delle Curcubitaceae, e le varietà che possiamo portare in tavola sono davvero numerose. Con sole 26 Kcal per 100 g, e circa il 92% di acqua, la zucca è molto utilizzata nelle diete ipocaloriche e i suoi componenti sono un vero e proprio toccasana per la salute del nostro organismo. In primis, spicca il betacarotene, precursore della vitamina A, noto oltretutto per le sue proprietà antiossidanti che la rendono molto utilizzata nella preparazione delle maschere anti-age, non meno importanti sono le Vitamine del gruppo B e la Vitamina C.

Zucca

All’elenco delle componenti importanti della zucca, bisogna aggiungere la fibra, circa 0,5 %, che oltre ad apportare benefici in caso di stitichezza, riduce notevolmente l’assorbimento degli zuccheri nel sangue, evitando così bruschi picchi glicemici. Tra i Sali minerali che ritroviamo nella zucca, importantissimi sono il potassio, che la rende insieme all’elevato contenuto di acqua un buon alimento diuretico, il magnesio che agisce come anti-stress, il fosforo e il calcio. È molto consigliato consumarla a cena, questo perché rientra nella cerchia degli alimenti in grado di ridurre e contrastare l’insonnia, grazie all’intervento del triptofano, un amminoacido precursore della serotonina. Il contenuto di grassi nella zucca è veramente minimo, tra questi ritroviamo una buona percentuale di grassi Omega-3, che favoriscono le funzioni neuronali e cardiovascolari, riducendo il colesterolo. Oltre alla polpa della zucca, anche i semi e l’olio di semi di zucca, secondo numerosi studi, sono utilizzati per debellare i parassiti intestinali come il Taenia Solium, meglio conosciuto come “verme solitario”.
Il suo sapore dolce, la sua versatilità e la semplicità di preparazione, rendono questo ortaggio molto apprezzato tra grandi e piccini, oltre che molto consigliato nei periodi più freschi dell’anno.
Giuseppina

NotOnlyMama

NotOnlyMama

Leave a comment

Related Posts