IL RITORNO A SCUOLA IN SPAGNA

Date
Set, 14, 2017

In Spagna come in Italia, settembre è il mese del ritorno a scuola che qui si chiama “Vuelta al cole”, un ritornello supergettonato in questo periodo. La campagna commerciale inizia già dai primi di Agosto quando nei negozi campeggiano interi scaffali pieni di zaini e quaderni. Ho l’impressione che ogni anno anticipino i tempi.
In ogni regione l’inizio delle scuole ha una data diversa, un pò come in Italia. Da noi in Andalusia quest’anno si inizia l’11 settembre per la scuola materna e le elementari ed un pò più tardi per i più grandi. La fine delle scuole è prevista per il 22 giugno 2018. Un pochino tardi a mio avviso soprattutto qui dove l’estate inizia a Maggio e finisce a fine Ottobre.
Quest’anno per la mia bimba inizia l’avventura della scuola materna che qui si chiama “colegio”. Sarà un cambiamento importante dopo i due anni e mezzi di asilo nido, cambierà i compagni e la maestra. Proprio al nido ha acquisito buone capacità di socializzazione e trattandosi di una bimba solare ed indipendente sono proprio convinta che per lei non sarà un momento traumatico, anzi tutto il contrario.
In Spagna il percorso educativo si discosta un pò da quello italiano.

Il ritorno a scuola in Spagna

Il sistema educativo spagnolo si divide in 5 fasi:
L’ ”educación infantil” (da 0 e 6 anni) è facoltativa. Questi anni si dividono in un primo ciclo (0-3 anni) e un secondo ciclo (3-6 anni) che corrispondono all’asilo nido ed alla scuola d’infanzia in Italia.
L’ ”educación primaria” va dai 6 ai 12 anni, è obbligatoria e consta di 6 anni. Coinciderebbe più o meno con le nostre Scuole Elementari.
Segue l’ ”educación segundaria obligatoria” detta ESO che dura 4 anni tra i 12 ed i 16 anni.
Dopo la Eso si può continuare con l’ “educación secundaria post-obligatoria” che fa riferimento a 4 tipi di insegnamenti a scelta: il Bachillerato (due anni), la formazione professionale media, formazione professionale di arti plastiche o disegno di grado medio e le formazione sportiva di grado medio.

Il ritorno a scuola in Spagna

Per ultima “la educación superior” comprende l’università, le scuole artistiche, alcuni diplomi di formazione professionale e sportiva.
In Spagna è molto diffuso l’uso dell’uniforme specifica della scuola, un tempo riservata solo alle scuole private si sta diffondendo anche nelle scuole pubbliche. I pareri sono contrastanti, c’è chi lo vede come un modo per evitare le differenze sociali ed economiche delle famiglie mentre altri lo vedono come una forma di uniformare gli alunni togliendo loro la possibilità di sentirsi unici e di esprimersi. Per i genitori rappresenta soprattutto un risparmio di tempo dato che non bisogna decidere ogni giorno cosa far indossare al proprio figlio. C’è da dire però che i prezzi di queste uniformi sono abbastanza elevati. Insomma come sempre è difficile mettere daccordo tutti.
Noi siamo pronti per iniziare una nuova avventura e soprattutto ad imparare tante cose nuove! E voi siete pronti per un nuovo inizio?
Monica

Monica Bergomi

Monica Bergomi

Sono Monica, expat da quasi 20 anni attualmente vivo a Madrid. Laureata in Lingue e specializzata in Commercio Internazionale sono mamma in una famiglia italo-spagnola. Sarò felice di essere la vostra inviata in Spagna! Pronti? Vamos!

Leave a comment

Related Posts