Ci sono persone che vogliono scoprire il sesso del bambino solo alla nascita, io le ammiro moltissimo perchè in un mondo dove possiamo avere notizie, informazioni, dati in un battibaleno le soprese sono una cosa sempre più rara.
Però io non ce l’avrei proprio fatta ad aspettare quel giorno, sarei morta dalla curiosità!
Molti sono i metodi casalinghi suggeriti dalla tradizione popolare per sapere in anticipio se il fiocco sarà rosa o azzurro ad esempio a seconda delle preferenze di cibi salati o dolci oppure affidandosi ad un calendario cinese. Qui in Spagna il metodo che va per la maggiore (ed il più usato dalle signore che mi fermano per strada per chiedermi quanto tempo di manca al parto) è quello della forma della pancia: se è a punta è un bimbo, se è arrotondata è una bimba. Ma per altre signore è esattamente il contrario! Ovviamente questo metodo non ha alcuna base scientifica.
Scoprire il sesso del bambino
E così dopo varie “predizioni” quando arrivò il giorno dell’ecografia, il medico mi disse che era un maschietto ed io non me l’aspettavo proprio.
Ero fermamente convinta che fosse femmina ed ero già felicissima di poter riciclare i vestitini rosa della mia primogenita (ebbene sì sono una patita del rosa). Durante la prima gravidanza fu esattamente il contrario, pensavo fosse un maschio ed invece è stata una bimba. Insomma il mio intuito femminile è veramente poco affidabile se non totalmente assente.
Scoprire il sesso del bambino
Questa volta sono stata più sorpresa dalla notizia, al momento ho pensato: oddio come faccio? è un maschio? Non ero pronta alla novità. Mi sono sentita smarrita ed ho scoperto che non sono l’unica ad avere avuto questa reazione. Ma essere mamma di un maschio è poi così diverso che essere mamma di una femmina? Sarò capace di gestire la vivacità di un maschietto? La sua forza, il suo amore per i mostri ed i supereroi? Di capire l’universo maschile a tratti così diverso da quello femminile? O forse tutto si impara strada facendo? Sicuramente mi dovrò lasciare guidare dall’instinto materno che con la prima maternità è stato fondamentale, credo proprio che sarà lui a darmi le risposte giuste al momento giusto.
Scoprire il sesso del bambino
E poi mi chiedo anche come sarà il legame con la sorella maggiore. Io spero che possa crearsi fra di loro un rapporto unico, che possano crescere uniti ed essere sempre presenti l’uno per l’altra. E non vedo l’ora di vederli giocare insieme. Penso che sia una delle sensazioni più belle che una mamma possa provare!
Per quanto riguarda la scelta del nome anche su quello sono stata colta impreparata. Ho moltissimi nomi femminili che mi piacciono da sempre ma di nome maschili solo 2 o 3. Ho iniziato una ricerca sul web per arricchire questa lista. Forse sarebbe stato meglio non cercarne altri perchè non ho fatto altro che aggiungere “candidati” ai miei nomi preferiti ed ora è molto più difficile scegliere!
E il vostro intuito aveva ragione? Sapevate già se era maschio o femmina?
A presto
Monica

Monica Bergomi

Monica Bergomi

Sono Monica, expat da quasi 20 anni attualmente vivo a Madrid. Laureata in Lingue e specializzata in Commercio Internazionale sono mamma in una famiglia italo-spagnola. Sarò felice di essere la vostra inviata in Spagna! Pronti? Vamos!

Leave a comment

Related Posts