IL VERO SPIRITO DEL NATALE, VISTO ATTRAVERSO GLI OCCHI DEI BAMBINI

Date
Dic, 16, 2016

Con dei bambini in casa, il Natale diventa indubbiamente un momento molto atteso anche da noi adulti, che proprio attraverso i loro occhi ed il loro entusiasmo, riusciamo a rivivere la vera magia e il profondo calore di questa festa, tornando indietro nel tempo, a quanto era speciale trascorrere questo periodo in famiglia, mangiando dolci, giocando con la neve, preparando l’albero e andando a raccogliere il muschio per il presepe, da fare insieme a mamma e papà.
Ve lo ricordate? Era meraviglioso quando il Natale non era consumismo, ma soltanto e semplicemente felicità, incanto e leggerezza!
Bastava così poco per dar vita ad istanti, che poi si calcificano nel cuore, per tutta la vita!
Purtroppo, crescendo spesso si perde la vera gioia della tradizione, disillusi ed oscurati dalla routine, dagli impegni e dal business creato tutto intorno a questa ricorrenza; fino a quando non si diventa genitori!
Se si potesse fermare il tempo, mi godrei tutti i momenti più belli dei miei bambini e lo stopperei proprio li!
Il Natale visto attraverso gli occhi dei bambini è tenero e semplice: a loro basta poco per essere felici e conservano in se la vera essenza delle cose!
Il Natale per loro, non è altro che famiglia, unita e felice, non importa che famiglia sia, se classica o fuori dagli schemi, perché riescono a filtrare tutto ciò che noi adulti non siamo in grado di vedere. Chiedono solo amore e unione, nel fare insieme l’albero con tante palline e luci colorate, mangiare il pandoro al cioccolato, pranzare dalla nonna per poi giocare tutti a tombola e scrivere una lunga letterina a Babbo Natale sperando che la legga bene e non si dimentichi nulla!
Spirito del Natale
I piccoli, guardano il mondo a testa in su, con gli occhi che brillano, estasiati dai camini fumanti e dalle case addobbate a festa, il clima di attesa si fa sempre più alto nell’aprire ogni giorno una casella del calendario d’Avvento, nei racconti delle fiabe a tema e nella curiosità di incontrare il buon vecchio omone dalla barba bianca!
Le città si illuminano, si vestono di colori e mentre i nostri figli sognano di vivere in un mondo fatato, noi genitori ci nutriamo del loro stupore, della felicità e della loro voglia di credere al Natale nel modo più autentico genuino e puro che possa esistere!
Da quando sono diventata mamma, ho riassaporato pienamente il vero significato del Natale, ritrovando il gusto dell’essenziale, la bellezza delle piccole cose e la voglia di creare un’atmosfera meravigliosa fatta di canzoni, biscotti fatti in casa, cioccolata calda, luci e colori, per dare ai miei figli l’esempio della tradizione e l’essenza della festa. Voglio dimostrare loro, con il buon esempio, che al di la dei regali il vero senso di questa celebrazione è la condivisione, l’amore, e la solidarietà verso gli altri.
Un’occasione caratteristica ed esclusiva per riunirsi e stare insieme alle persone amate perché l’amore è il vero motore di ogni cosa e senza non vi può essere festa!
Per me il Natale oggi è un rito immancabile, una circostanza che cerco di rendere speciale, consapevole che difficilmente i miei piccoli, potranno riviverla da adulti, così intensamente. Desidero che credano in un mondo migliore, fin che possibile alle favole e penso che questi momenti di festa siano fondamentali per metterli al centro dell’ attenzione e farli sentire amati ed eccezionali, lasciandogli un ricordo affettivo unico!
Simona

NotOnlyMama

NotOnlyMama

1 Comment

  1. Avatar
    Rispondi

    Gabriele

    5 Gennaio 2018

    Buona parte della gioia dei bambini per il Natale deriva dai regali. Ovviamente c’è la gioia dello stare insieme e del festeggiare, ma un ruolo importante della festa sono appunto i doni. Dire che il consumismo rovina tutto è un errore. Anticamente, quando il Natale non era ancora ciò che è oggi, lo spirito di festa veniva sancito proprio con dei piccoli doni ai bambini, in genere dolciumi fatti in casa e frutta secca. Per gli adulti il festeggiamento era per lo più mangiare insieme e stare allegri. In sostanza il cuore della festività era rappresentato dal consumare pasti e dolciumi tutti insieme. Questo era normale perché si festeggiava il passaggio dell’inverno ed il futuro ritorno del tempo bello, delle giornate più calde e luminose che consentivano di coltivare nuovamente la terra e ricavarne nutrimento.
    Poi è arrivata la religione cristiana che ha voluto stravolgere il senso di questa festa riuscendoci solo in parte. Per quanto essa si sforzi la festa del Natale viene sancita col consumo di qualcosa di speciale per poter essere allegri. Se non vi fossero doni, decorazioni, cibi insoliti o quant’altro nessuno percepirebbe un clima festoso.
    In sostanza il Natale è consumo per rallegrarsi e celebrare insieme il passaggio dell’inverno e dei tempi bui. Così è nato in moltissime comunità differenti e così è sempre stato quando ancora non aveva preso il nome di “Natale”. Possiamo dire che il senso di questa festa sia la nascita di Gesù o il “dare, invece che “ricevere” ma i bambini non ci crederanno mai. Il Natale per i bambini è la gioia di ricevere regali e infondono loro stessi gioia negli adulti con la loro felicità.

Leave a comment

Related Posts