ALLENARSI ALL’ALBA

Date
Nov, 11, 2016

Sarà stata l’alba di questa mattina ad ispirarmi a condividere con tutte voi i miei pensieri sull’allenamento in inverno oppure sarà che quando ti senti bene desideri contagiare più persone possibili con la tua positività e con il tuo entusiasmo o ancora sarà che mi si è aperto un mondo con gli allenamenti all’alba fatto sta che voglio raccontarvelo.
Sì avete letto bene, all’alba e vi posso assicurare che anche a me fa uno strano effetto dirlo, io che mi trascinavo a fatica fuori dal letto al suono della sveglia, con l’agilità di un bradipo assopito e mi trascinavo in cucina per tuffarmi dentro un caffè doppio sperando di rianimarmi in qualche modo, figuriamoci se mi sarei mai svegliata un’ora e mezza prima per uscire di casa ed andare a camminare od addirittura a correre.
Invece è successo.
Allenarsi all'alba 1
Sono una mamma che lavora e come tutte il problema più grande è sempre stato il tempo, o almeno credevo fosse solo il tempo, invece ho scoperto che il problema più grande era la stanchezza cronica che mi trascinavo appresso e che mi toglieva la voglia di fare, perché diciamocelo, quando sei davvero stanca, allenarti è l’ultimo dei pensieri anche se sai che dovresti, anche se sai che ti fa bene e se lo fai, lo fai forzatamente senza trovare piacere nell’allenarti e questo spesso fa naufragare tutti i buoni propositi che ci siamo scritte in una lavagnetta in bella vista per non perdere la motivazione.
Il mio percorso è cominciato un anno fa, quando dalla teoria ho deciso di passare alla pratica, perché ero stufa, stanca e desiderosa di star bene, guardavo le foto di quelle super mamme americane che si allenano con il pancione, con tre figli e mi chiedevo “perché non io?”. No, non sono una super mamma nemmeno oggi e credo non lo sarò mai, ma ho cambiato le mie abitudini, anzi ne ho acquisita una nuova, fare un po’ di movimento ogni giorno perché mi voglio bene e voglio star bene. L’anno scorso a quest’ora mi allenavo principalmente solo da casa, con Matilde da allattare che si svegliava ad orari un po’ casuali era molto complicato allenarsi all’aperto, però a volte riuscivamo ad uscire, non all’alba, per delle camminate veloci con il passeggino o portandola in fascia.
allenarsi-allalba-2
Quest’anno Matilde di anni fra poco ne farà 2 ed è più semplice uscire di casa all’alba, 5.50-6.00, lascio i mie tre amori a letto ed esco, un’ora tutta per me, c’è il mare che mi aspetta e quasi ogni giorno il sole mi da il buongiorno e vi assicuro che emotivamente il sorgere del sole è uno degli spettacoli più rasserenanti che ci possano essere, od almeno a me fa quest’effetto, l’inizio di un nuovo giorno, la luce che si fa spazio nel buio della notte, i colori…e senza accorgermene mi ritrovo a sorridere, mentre ascolto la musica che mi piace, perché ho un’ora tutta per me e mi è concesso di scegliere una playlist tutta mia.
Sono piccole cose, ma sono piccoli spazi che una donna si conquista e che difficilmente poi vuole lasciare, perché anche poter scegliere che musica ascoltare a casa od in auto a volte è un lusso che una mamma non riesce a concedersi e so che tutte voi mamme sapete di cosa sto parlando, di docce fatte in tempi record, di intimità in bagno inesistente, di tentativi di relax interrotti da “maaaaaammmmaaaaaaaa”, di ninne nanna e sigle cartoon che continuano a girarti in testa.
Ecco perché mi sveglio presto per allenarmi, perché è l’orario più comodo in cui farlo e perché porto con me una carica positiva a cui non so più rinunciare, io che ho sempre snobbato le albe e la corsa, mi ritrovo qui a scrivervi quanto meraviglioso sia.
Spero di aver suscitato la curiosità in qualcuna che magari domani mattina infilerà le scarpe sportive ed andrà a salutare il sole, ma anche se non ci riuscite perché noi mamme abbiamo sempre mille cose da fare, ritagliatevi una piccola parentesi per il vostro benessere ogni giorno, provateci.
Un anno fa facevo gli esercizi anche prima di andare a dormire, e se serve ancora oggi lo faccio perché possono esserci febbri alte o tossi insistenti che mi tengono sveglia tutta la notte, o magari fuori piove o mille altri problemi. Non ha importanza, siamo mamme, siamo abituate agli imprevisti, agli stravolgimenti dei piani, ad aggiustare le cose in corsa, ad inventarci soluzioni al volo e proprio per questo che possiamo ingegnarci su come e quando allenarci in una giornata, ma ricordatevi, non fate gli esercizi perché odiate il vostro corpo, ma fateli perché lo amate, impariamo a volerci bene, bene davvero.
Un abbraccio
Denise

NotOnlyMama

NotOnlyMama

1 Comment

  1. Sara Baraldi
    Rispondi

    sara

    23 Novembre 2016

    Denise vienimi a prendere!!!!!!!!!!!

Leave a comment

Related Posts