UNA GIORNATA AD ANTIBES

Date
Ott, 11, 2016

Quando dico di essermi trasferita in Costa Azzurra, noto che la maggior parte delle persone pensano immediatamente a Nizza e Cannes, ignorando l’esistenza di Antibes. Eccomi perciò a parlarvi di questa cittadina, che dopotutto tanto piccina non è, essendo il secondo comune della regione. Se state trascorrendo un weekend in zona, avete diversi motivi per fare tappa qui.
Se dovessi racchiudere in un’immagine sola Antibes, scatterei una foto dai bastioni della città vecchia, che vi consiglio di percorrere da ponente a levante, per godere di questa meravigliosa vista.
antibes-1antibes-2
Al termine di una breve camminata sulle mura vi troverete di fronte ad uno dei più bei porti turistici in Europa, Port Vauban, luogo perfetto per sognare ad occhi aperti passeggiando tra le infinite imbarcazioni da favola. Guardando verso il mare potrete scorgere una grande scultura moderna, posta sul Bastion Saint Jaume: si tratta de “Le Nomade”, un enorme uomo seduto ad osservare il mare. Se vi state chiedendo poi cosa è quella fortezza che sovrasta il porto, è Fort Carrè, visitabile con la guida turistica tutti i giorni tranne il lunedì ed i giorni festivi.
antibes-3antibes-4
A questo punto, potrete entrare attraverso i grandi archi delle mura direttamente nel centro storico di Antibes, alla ricerca del mercato provenzale. Passeggiando tra i vicoli della città vecchia sentirete il profumo proveniente dai molti ristorantini lungo le vie.
antibes-5
Il consiglio che vi posso dare è di fare tappa alla Creperie du port, per assaggiare una tra le numerosissime tipologie di Galettes (in sostanza crepes tipiche della Bretagna) accompagnata da un bicchiere di sidro. Se invece la cucina francese vi spaventa (e un po’ vi capisco), vi segnalo la pizzeria Mimmo, unica pizzeria italiana che mi sento di consigliarvi. Claudio vi preparerà in dieci minuti un’ottima pizza e sorriderete sentendolo parlare francese con un insolito accento napoletano!
antibes-6antibes-7
Ora siete proprio a due passi dal mercato coperto, il “Marché Provençale”, uno dei luoghi più frequentati e fotografati di Antibes per le sue bancarelle coloratissime. Dopo aver acquistato un sacchettino di lavanda profumata (se riuscite a resistere alla tentazione, è meglio cercarne di più economici in altri punti della città) sarete pronti per salire verso la chiesa e il Museo Picasso, situato all’interno del castello Grimaldi. La piazzetta di fronte al museo, che si affaccia quasi come una finestra sul mare, è meravigliosa. Se non avete fretta (e bambini capricciosi al seguito), a questo punto vale la pena entrare nel museo e ammirare la “Joie de Vivre”, che l’artista dipinse proprio qui nel 1946.
antibes-8
Attraverso la breve discesa che sul fianco del museo si tuffa in mare, vi porterete nuovamente sulle mura. Dirigendovi verso ponente, questa volta in direzione di Cannes, potrete fare tappa al faro in cima al promontorio per godere di una vista mozzafiato sul mare. Qui si trova anche la piccola Chapelle de la Garoupe dove si celebra messa ogni domenica alle 11.30. Vi trovate ora nella zona più esclusiva della Città, Cap d’Antibes, come avrete notato dagli hotel che sorgono nella zona e dalle ville private che costeggiano la strada.
antibes-9
Consigli di viaggio: Questo mini tour è fattibile tranquillamente in una giornata, e se volete evitare la ressa estiva ed il caldo torrido sono perfetti i mesi primaverili ed autunnali : il clima è ottimo in queste stagioni.

TIP:
Genitori viaggiatori se avete dei bimbi con voi, vi farà piacere sapere che ci sono vari parchi giochi in centro città: in particolare, ne troverete uno situato in posizione panoramica con vista sui bastioni e sul mare in fondo a Boulevard Albert Premier. Per i bimbi più grandi poi, vi segnalo Marineland, il parco acquatico con orche e delfini che attira moltissimi turisti ogni anno, situato a una decina di minuti dal centro. Alla prossima…
Maria Giulia

NotOnlyMama

NotOnlyMama

Leave a comment

Related Posts