ELISA GIOIA E I COLORI DELL’ AMORE

Date
Ago, 01, 2016

Prendi due disarmanti occhioni azzurri, una tazza di caffè accompagnata da un pasticcino, un mazzo di fiori – meglio se peonie -, una palette di smalti color pastello, animalini coccolosi, iphone, viaggi e libri, libri che parlano di amore, mescola tutto….viene fuori Elisa Gioia.
I suoi romanzi – “So che ci sei” (2014) e “Il mio lieto fine… sei tu” (2016) – seguono le vicende della complicata relazione tra Gioia e Christian, con una sottile ironia che rende la lettura tanto piacevole quanto avvincente.

elisagioia6
Ma lasciamo spazio a lei, a Elisa Gioia, attesa ospite della nostra rubrica. Le abbiamo rivolto alcune domande:

Descrivi Elisa mentre idea i suoi romanzi: dove, come, quando.

Sempre e ovunque. La trama, una scena, una battuta, una storia possono nascere OVUNQUE e in qualsiasi momento. Da una canzone, da una foto su instagram, da una chiacchierata su whatsapp con le amiche. Devo dire che la parte del giorno che preferisco per mettere giù le idee è la notte e per scrivere la mattina. Ho una scrivania nuova che dovrei usare, ma alla fine mi ritrovo a scrivere sul letto o sul divano (ne risente la schiena…ahia.)

2016-08-01_0003

In che misura Gioia Caputi riflette la tua personalità e la tua storia, oltre che il tuo nome?

In realtà Elisa Gioia è un soprannome che uso sui social, quindi è un caso che la protagonista di “So che ci sei” e “Il mio lieto fine…sei tu” si chiami Gioia. Ovviamente C’E’ QUALCOSA DI ME, ma come mi rivedo in altri lati caratteriali delle altre protagoniste. Tanti mi chiedono se siano autobiografici. Purtroppo (lo dico perché magari avessi trovato Kelly!!!) non lo sono.

Nella tua libreria il ripiano che preferisci contiene…

Leggo tantissimo in inglese. Il mio scaffale preferito custodisce tutti i libri scritti da Colleen Hoover, la mia autrice preferita.

Parliamo dell’ambientazione del tuo ultimo romanzo: la Grande Mela.

Amo NEW YORK, da sempre. Nel primo libro viene solo accennata come città del protagonista maschile, ma nella mia testa il secondo libro era già ambientato lì. Ho scritto New York per come l’ho vissuta, una città magica, una città che vibra di energia in ogni angolo. Quando ti trovi lì, credi veramente di riuscire a esaudire i tuoi sogni, ti investe di una forza speciale. Se potete, andate a New York!

2016-08-01_0002

Dai tuoi profili sui social network, oltre che dai tuoi romanzi, emerge un profondo amore per l’Amore. Una storia a lieto fine?

Sono una ROMANTICONA. Sono cresciuta a commedie americane col lieto fine, con manga giapponesi dove l’amore trionfava sempre. Credo emerga anche dalle pagine dei miei libri: l’amore è indispensabile nella vita di ognuno di noi. Che soddisfazione ci sarebbe a essere una donna in super carriera se poi alla sera rientriamo a casa e non abbiamo nessuno con cui condividere le nostre vittorie giornaliere?

Che cos’altro aggiungere? Non resta che aggiungere i romanzi di Elisa alla nostra wishlist dei libri per l’estate… Buona lettura sotto l’ombrellone a tutte voi!

Angela

NotOnlyMama

NotOnlyMama

Leave a comment

Related Posts