PREPARARSI AL PARTO: LA VALIGIA PER L’OSPEDALE!

Date
Mag, 12, 2016

A partire dal settimo mese di gravidanza è consigliato almeno iniziare a pensare alla valigia da portare in ospedale. Il mio consiglio è quello non tanto di prepararla per forza con largo anticipo ma per lo meno quello di non ridursi all’ultimo, anche perché negli ultimi giorni che precedono la nascita del bebè ogni mamma è un po’ stanca e nervosa e soprattutto molto coinvolta emotivamente quindi se avrete preparato in precedenza l’occorrente da portare in clinica, sarà tutto molto più semplice!
Io ho iniziato a prepararla proprio ora che mancano poco meno di due mesi alla data presunta ma sono certa che qualche variazione la farò sicuramente, soprattutto per i vestitini della sorellina in arrivo! 😀
Prima di iniziare, una premessa per tutte: evitiamo di portarci dietro la casa o tutto il guardaroba stile Sex&theCity perché tanto non sarà necessario e comunque nostro marito verrà ogni giorno a trovarci quindi nel caso lasciamo alcuni cambi già pronti a casa e facciamoceli portare solo nel caso in cui sia davvero necessario!
Un’altra cosa di cui tenere conto: meglio non portarsi un valigione ma una borsa morbida che entri facilmente nell’armadietto, in questo modo, quando ci allontaneremo dalla stanza sarà possibile chiudere tutto dentro!
Detto ciò possiamo iniziare a riempire la nostra piccola valigia
Prima di tutto non dimentichiamo la cartella clinica ostetrica contenente tutti gli esami e le ecografie eseguite durante la gravidanza!
Per tutto il resto, in quasi tutti gli ospedali viene distribuito l’elenco degli indumenti consigliati o richiesti per la degenza nel reparto maternità di mamma e neonato; in genere questo elenco viene dato in occasione delle visite di controllo o al corso di preparazione al parto, ma può essere anche richiesto direttamente al personale sanitario. In ogni caso, è bene informarsi per tempo. L’elenco, infatti, potrà in parte variare a seconda dell’organizzazione dell’ospedale che si è scelto per partorire, delle strutture e del personale di cui la clinica dispone.

AH4V2134

Cosa serve davvero per noi mamme?
In genere per il parto vero e proprio è consigliabile una camicia da notte comoda o una lunga t-shirt o canotta in cotone, con maniche corte o smanicata, possibilmente non troppo preziosa e adatta al candeggio perché sappiatelo, si sporcherà parecchio.
Per i giorni successivi consiglierei camicie da notte o se preferite pigiami, purché con bottoni apribili almeno fino alla vita per consentire le manovre di allattamento. 3 cambi saranno perfetti.
Molto utile una vestaglia, soprattutto per gli spostamenti nei corridoi e nel caso non partoriate proprio in una stagione calda! Calze corte in cotone, pantofole e ciabatte in gomma, sia nel caso in cui vogliate fare la doccia, sia nel caso in cui optiate per il parto in acqua.
Indispensabili gli assorbenti post-parto, anche se alcuni ospedali li forniscono, meglio informarsi bene ed essere preparate!
Slip usa e getta o in cotone, l’importante è che possano mantenere ben saldo l’assorbente.
Meglio aspettare invece a comprare i reggiseni per l’allattamento perchè fino all’arrivo della montata lattea non sapremo quanto aumenterà il nostro seno! In realtà io quelli specifici per l’allattamento non li ho mai comprati, mi sono trovata benissimo con alcuni reggiseni semplicissimi in cotone e senza ferretto, basici basici. Magari acquistatene uno e per gli altri aspettate la montata lattea che dovrebbe arrivare al massimo 72 ore dopo il parto.
Per quel che riguarda il beauty case, sarà sufficiente lo spazzolino da denti, il dentifricio, un sapone o un bagnoschiuma, un detergente intimo delicato, il deodorante, una crema viso, una per il corpo, una spazzola ed un elastico per i capelli.
Non serve tanto altro anche perché se tutto va bene si resterà in ospedale tre giorni, la doccia fatta bene con tanto di shampoo e piega la faremo quando torneremo a casa! 😉
Se volete però potete portarvi anche qualche trucco, il minimo indispensabile per riordinarvi quando sarà il momento delle visite, ma questo è a vostra discrezione!

AH4V5747

Per il bebè invece cosa mettiamo in valigia?
Solitamente l’ospedale fornisce tutto quello che è necessario per la degenza in ospedale del neonato: pannolini, detergente, garzine e fasce per la cura del moncone ombelicale ma è sempre meglio informarsi bene in anticipo!
Generalmente viene richiesto che almeno i primi tre cambi siano ordinati in singoli sacchetti con una targhetta adesiva con nome e cognome del frugoletto.
Scegliamo quindi 3 cambi completi con: tutina, body, calzine, berretto (facoltativo) e bavaglino. L’ideale è numerare anche i sacchetti in modo che nessuno possa fare confusione! Io qualche tempo fa ne ho cuciti 3 numerati, se volete rivedere il tutorial che è davvero semplicissimo anche per le meno esperte potete rivederlo qui e creare anche voi i vostri sacchetti personalizzati! 😉
Dopo aver scelto i vestitini non dimentichiamo un pacco di salviette per il cambio pannolino, i pannolini qualora non li fornisse l’ospedale, un detergente neutro delicato, una spazzolina ed un ciuccio, già sterilizzato e pronto all’uso!

A questo punto direi che tutto è pronto, non ci resta che aspettare l’ora X!
Buoni preparativi a tutte!!! Alla prossima!
Sara

16 Maggio 2016
NotOnlyMama

NotOnlyMama

1 Comment

  1. Avatar
    Rispondi

    Cristina

    17 Maggio 2016

    Il momento della preparazione della valigia per l’ospedale trovo sia uno dei più teneri di tutta la gravidanza. Ed è dolcissimo “metterla in macchina”, aprendosi all’idea che presto verrà usata!!
    In bocca al lupo a chi la sta preparando, e a chi tra poco inizierà a pensare a cosa metterci dentro 🙂

Leave a comment

Related Posts