CONOSCIAMO MEGLIO… @emmeviloves

Date
Mag, 30, 2016

2016-05-30_0001

Ciao Maria Vittoria raccontaci un po’ di te, le tue origini prima di diventare emmevi e qual’è stato il tuo percorso artistico creativo.

Ciao a tutti,
da sempre mi è piaciuto creare accessori e capi d’abbigliamento semplici ma unici, dopo essere diventata mamma e’ diventato un vero e proprio hobby serale.
D’altro lato ho avuto due importanti esperienze lavorative, prima di concentrarmi su emmeviloves a tempo pieno, che credo abbiano avuto una forte influenza nel set up della mia attività. Ho lavorato nell’ufficio marketing di un’azienda di abbigliamento sportivo e in un team global di una multinazionale che opera nel settore digitale e queste 2 esperienze senza dubbio mi hanno dato le basi per capire come pubblicizzare i miei prodotti nel mondo online.

L’handmade in Italia ha ancora molti passi per migliorare, che consigli daresti osservando il mondo inglese?

La realtà della domanda inglese del settore abbigliamento e’ molto differente da quella italiana: si passa dai vestiti disposable (usa e getta) al extra lusso, tra i due c’e’ un grande gap. L’handmade di design prova a colmare questo buco.
Cerco di spiegarmi meglio: la maggior parte delle persone non guardano alla qualità e quindi si buttano sull’economico, mettono una volta e poi via nel cestino! Le persone invece che tengono alla qualità molto spesso non badano a spese e quindi ricadono sulle cose di extra lusso.

2016-05-30_0002

Traslando questa realtà all’handmade credo per distinguersi bisogna offrire qualcosa di UNICO: ho notato che le personalizzazioni agli inglesi piacciono tantissimo, ad esempio aggiungendo il nome sull’oggetto comprato, l’oggetto diventa speciale e dá senso di unicità. Gli inglesi badano molto anche agli AWARDS o riconoscimenti di BREVETTI.
Tante associazioni (anche chi organizza i mercatini stessi) indicono concorsi per le migliori idee/prodotti/ etc e c’e’ grande partecipazione! Quando dico che ho un brevetto per il designer dei papillon noto che gli inglesi rimangono molto colpiti e molto molto interessati a saperne di più.

Dalle tue collezioni traspare una ricerca accurata e attenta delle materie prime e dei tessuti scelti, valore aggiunto ai tuoi modelli innovativi e femminili. Come valuti, selezioni e approvi i tessuti da utilizzare?

Tutti i tessuti che compro mi colpiscono al primo sguardo, mi piace toccarli ed accostarli tra loro. Mi piace acquistare tessuti da ogni parte del mondo perché regalano al capo un aria di respiro internazionale e diventano UNICI!
Devono anche essere materiali comodi, resistenti e di facile manutenzione, le donne di oggi cercano anche la praticità.

2016-05-30_0004

Reversibile. Questo è il tuo segno distintivo e punto di forza! Dove è venuta l’ispirazione per questo intrigante e funzionale nuovo modo di creare un capo?

Mi piace che hai detto “il tuo segno distintivo”! Grazie.
Il reverse nasce da una necessità estetica, pratica e di beauty.
Mi sono sempre piaciuti i capi puliti e quindi il nascondere le cuciture era una priorità, ma le fodere non mi sono mai piaciute così ho pensato ad accostare due stoffe contrastanti insieme per dare più ricchezza e più’ sostegno al capo.

Da qui sono nate le mie 2 gonne in 1!

2016-05-30_0003

La modella per le tue gonne sei spesso proprio tu, riflessa in un semplice specchio. Questa scelta, a mio parere, rende le tue creazioni ancora più speciali perché si vede che c’è un po’ di te in ogni capo. Ma come immagini la donna che sceglie di indossare emmevi?

Grazie! Le donne che scelgono un mio capo secondo me sono donne smart, curiose, pratiche, allegre e simpatiche che cercano di differenziarsi. Sono donne che vogliono essere sexy ma senza esagerare. Sono donne che lavorano a casa o in ufficio. Sono donne che riescono a sfruttare le gonne in diverse occasioni creando outfit differenti cambiando soltanto il tipo di scarpa. In fondo sono un po’ delle donne come me…

Non vi resta che visitare il magico mondo di Maria Vittoria e lasciarvi conquistare dalle sue splendide creazioni!

Alla prossima

Tatamichic

Elisa

Elisa

3 Comments

  1. Avatar
    Rispondi

    Erika

    31 Maggio 2016

    Bellissima intervista e.. che voglia di una nuova gonna nel mio guardaroba!

  2. Avatar
    Rispondi

    serena

    31 Maggio 2016

    Intervista originale e sfiziosa

  3. Avatar
    Rispondi

    Marta

    1 Giugno 2016

    Io mi sento una amica di Maria Vittoria. Dalle sue foto si vede un pezzetto di lei unite assieme si coglie un angolo della sua vita, così creativa e speciale. Io non ho potuto non infilarmici dentro e farne parte a distanza. Ques’intervista è così piacevole e avrei letto ancora ….. Le sue gonnelle sono speciali e riescono sempre a farti specialissima !!! Brava….

Leave a comment

Related Posts