CONGEDO PARENTALE A ORE

Date
Mar, 29, 2016

Il Dlgs 80/2015 “Misure per la conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro” ha esteso anche per il 2016 la possibilità di fruire del congedo parentale su base oraria fino a 12 anni del figlio, con retribuzione del 30% fino ai 6 anni.
E’ possibile sommare e alternare il congedo frazionato con quello giornaliero la cui durata complessiva non può superare i sei mesi. Non è invece cumulabile con i riposi giornalieri per allattamento e ai permessi orari per l’assistenza dei figli disabili.
Il congedo parentale su base oraria compete:
– alla madre lavoratrice, trascorso il periodo di congedo di maternità obbligatoria, per un periodo continuativo o frazionato non superiore a sei mesi;
– al padre lavoratore per un periodo continuativo o frazionato non superiore a sei mesi, elevabile a sette qualora lo stesso eserciti il diritto di astenersi dal lavoro per un periodo continuativo o frazionato non inferiore a tre mesi;
– per un periodo continuativo o frazionato non superiore a dieci mesi quando vi sia un solo genitore.
La domanda deve essere compilata sul sito INPS e richiesta mese per mese. Nel caso di fruizione oraria, la domanda dovrà necessariamente indicare il numero di giorni di congedo parentale da fruire a ore nell’arco del periodo individuato e un periodo, al massimo un mese solare, entro il quale intende fruire del congedo parentale frazionato a ore. Al datore di lavoro il congedo dev’essere comunicato con almeno due giorni di anticipo specificando inizio e fine.

Congedo
Credit Photo @_._.chiara._._

Il congedo frazionato può essere fruito per il 50% della propria giornata lavorativa.
La mamma o il papà dipendenti possono fruire del congedo frazionato anche in assenza di contrattazione collettiva o di livello aziendale.

Roberta

Roberta Bomè

Roberta Bomè

Sono Roberta, vivo in Trentino assieme all’Uomo che in soli 14 mesi mi ha portata all’altare e le nostre due perle: Chiara e Andrea. Dopo un Erasmus in Galles mi sono laureata in Legge all’Università degli Studi di Brescia. Il mio scopo? Quello di farvi innamorare dell’ostico mondo del diritto.

Leave a comment

Related Posts