SECRET TREASURE

“Un figlio ti cambia la vita.”
Quante volte avete sentito questa frase?
Di maternità se ne parla tantissimo ma quante madri mettono davvero a nudo i propri sentimenti? Le proprie fragilità, i dolori e le gioie che la maternità comporta?

SECRET TREASURE

Nella vita arriva un momento per ognuno di noi in cui bisogna fare i conti con qualcosa di seriamente importante per la nostra crescita personale e non sempre è come ce lo siamo immaginati.
Uno dei momenti più difficili per una donna, che lo ammetta o no, che se ne renda conto subito, tardi oppure che non se ne renda conto mai (accecata dall’amore, dalle mille attenzioni e cose da fare) è la MATERNITÀ.
Esci di casa che sei una figlia, senza “pensieri”, e ritorni che sei una mamma, drasticamente cambiata.. a vita.
La maternità con tutte le sue sfaccettature è un colpo, ragazze!

SECRET TREASURE

Dopo quasi tre anni dal giorno in cui sono rientrata in casa da madre mi son trovata faccia a faccia con le mie paure, i dubbi e le domande alle quali non avevo mai trovato risposte.
La maternità è un TESORO SEGRETO, come uno scrigno.
L’immagini, la sogni, e pensi di essere pronta ma solo nel momento in cui è giunta l’ora di aprire quel magico e ignoto scrigno ti fermi.. lo apri e per un po’ resti inerte senza capirne il senso, ti lasci attraversare da emozioni e sentimenti contrastanti senza avere la forza di accettare che non è come credevi, che hai paura, che forse a volte non ce la fai.
Siamo abituate a pensare che una madre debba sempre essere accondiscendente, felice, instancabile e generosa.
Quante di voi hanno avuto il coraggio di ammettere di aver pensato (anche una sola volta) che forse era meglio prima e subito dopo pentirsene, piene di sensi di colpa verso il proprio figlio?

SECRET TREASURE

Dopo tre anni di silenzio oggi ho capito che la cosa sbagliata non è pensarlo ma non parlarne.
Siamo umane e quando siamo stanche, sopraffatte dai figli, dalle faccende domestiche, dal lavoro, dalla famiglia è normale arrivare a non farcela più.
È quello il punto di svolta!
Chiediamo aiuto ai nostri compagni, alle nostre madri, amiche.
Parliamone e facciamoci aiutare perché solo così potremo ritrovare un po’ di quella stabilità che, ahimè, con la maternità abbiamo perduto e non riavremo più.
Troppe le paure, insicurezze e inadeguatezze che sentiamo nostre.
Liberiamoci di ciò che non conosciamo, delle paure che l’esser madre ci porta.

Una madre non sarà mai sicura di sé, perché la paura di poter sbagliare nei confronti di un figlio fa letteralmente tremare le gambe.
“So di non sapere” era il concetto cardine del pensiero di Socrate con il quale credo possa vestirsi una madre.
Non sapremo mai cosa sia giusto o sbagliato, l’ingrediente che mettiamo alla base di tutto è l’amore e ci interroghiamo, sempre, per far sì che il nostro operato possa dare frutti migliori.
Vogliamo il meglio per i nostri figli, tutte.
Maggio è il mese della madri.
Ricordiamoci che non siamo super eroine e tali non dobbiamo sentirci.
Amiamoci di più, accettiamoci.
Giulia

TagsMyLife
Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *