Di musica e ricordi

Non so voi, ma io sono amante della musica da sempre. Adoro averla come sottofondo quando faccio qualcosa, quando cammino o faccio sport. Ho i miei autori preferiti, una raccolta di canzoni che non aggiorno da tempo immemore e playlist di canzoni nuove che aggiorno di tanto in tanto. Vivo di musica e ricordi.

E’ passato un pò di tempo dall’ultima volta che ho aggiornato il mio Ipod. Tra traslochi vari e pc che non collaboravano mi ritrovo con musica datata ma che adoro. Che ci volete fare, sono vecchia dentro!

In casa metto sempre canali musicali in tv, adoro VH1 che ho scoperto in Romania, Virgin Radio e ovviamente MTV (esiste ancora qui).
Insomma, qualche giorno fa decido di ricaricare il mio prezioso lettore musicale e metterlo in moto mentre vado a prendere i miei bimbi a scuola. Risultato? Io che canto e piango per strada come una pazza!
Canzoni che non sentivo da tempo si sono riprodotte nelle mie orecchie spalancando una voragine di ricordi. Ve le racconto.

Di musica e ricordi

Runaway Train – Soul Asylum

Estate. Amici. Concerti in piazza. Un gruppo di giovani che hanno una banda niente male e ci fa conoscere canzoni che nel paesino mica erano arrivate! Questo pezzo ci entra nel cuore e diventa la colonna sonora della nostra adolescenza allegra e spensierata! Mi rivedo in spiaggia con amici di sempre e sorrisi stampati, facce abbronzate e capelli salati! La sera riunione nella piazzetta di paese con i genitori che ci guardano da lontano e canticchiano anche loro senza farsi vedere. Che tempi ragazzi!

Noi non ci saremo- Nomadi e Guccini

Ah su questa canzone ci posso passare delle ore e ascoltarla per giorni interi. Io amo Guccini. E amo l’album fatto con i Nomadi (vi ho detto che sono vecchia dentro). Non so come e perchè. Quell’album diventò la colonna sonora della squadra di pallavolo con la quale ho giocato 12 anni della mia vita. Durante le trasferte, nelle lunghe ore di bus che ci portavano da un paesino all’altro della Sardegna, caricavamo la musicassetta (per farvi capire che sono vecchia dentro e fuori!) e via a cantare a ripetizione tutte le canzoni! E che risate, o pianti e racconti legati alle canzoni e confessioni durante quelle ore di viaggio che si sono trasformati in legami forti che ancora durano.

Love song _ Sara Bareilles

Era il lontano 2007. Stavo in Romania per lavoro già da un annetto. Poche amicizie e tanto lavoro. Mi rivedo nel centro commerciale appena aperto che faccio shopping con un caffe di Starbucks in mano. Sola perchè mio marito piuttosto che fare shopping la domenica si dava per disperso! E sento questa canzone sparata a tutto volume in un negozietto carino dove non ero mai entrata. Ci vado. ascolto la canzone. Mi piace. Mi segno le parole e la cerco poi a casa. La aggiungo alla mia playlist. Da allora è parte della mia colonna sonora!

Locomotive Breath _ Jethro Tull

Liceo. Amici, cotte e pianti. Scopro loro, i Jethro Tull. Li amo al primo ascolto. Canzoni lunghe, flauti e musica da sogno. Mi faranno compagnia da allora e per sempre! Ogni canzone mi ricorda un momento, mi fanno ridere e fischiettare. E cantare a squarciagola ai loro concerti. Io insieme a quelli vecchi come me che li conosocono! E la mia amica Giorgia che mi trovò i biglietti per il concerto a Cagliari! Un sogno!

Di musica e ricordi

Gas Gas – Goran Bregovic

Ecco un altro dei miei musicisti preferiti. Lui. Il grande Goran. Qualsiasi sua canzone mi fa scattare in piedi e ballare. Lo spettacolo teatrale “Karmen con Lieto fine” è uno di quelli che più amo. Quando ho vissuto in Serbia ho girato per tutti i negozi di dischi per trovare i suoi album con le scritte nella sua lingua. Sono pazza, lo so. Ma se lo ascoltate o vedete un suo concerto dal vivo potete capirmi (o guardate il film di cui ha curato la colonna sonora e ringraziatemi pure).

Brown eyed Girl- Van Morrison

Beh questa è speciale. Me la dedicò il mio ragazzo e poi è stata la colonna sonora del nostro matrimonio! Ancora adesso negli anniversari la ascoltiamo e ridiamo ricordando le prime uscite insieme e tutte le avventure che abbiamo passato!

Hotel Supramonte – Faber

Non so voi, ma ci sono canzoni che mi fanno piangere. Quelle di Fabrizio de Andrè in particolare smuovono parti della anima direttamente collegate al condotto lacrimale. La sua voce, i testi e i ricordi legati ai suoi concerti. La playlist con tutte le sue canzoni è sempre con me. Ogni volta che ne parte una devo sedermi e ascoltarla con cura. Effetto catartico!

The One- Elton John

Lo amo. Tutte le sue canzoni. Il personaggio. Tutto. In particolare tutto questo album. Mi ricordo come fosse ieri mia cugina che mi regala la musicasetta (vi ho detto che sono vecchia) e mi dice: potrebbe piacerti tanto. Non sbagliava! Dentro tutti i testi, li imparai a memoria in men che non si dica e cantavo con le cuffie nelle orecchie e il mangianastri che si bloccava perchè dovevo cambiare il lato! Che bellezza!
Insomma. Forse è il caso che poggio il mio Ipod e lo aggiorno! Troppi ricordi tutti insieme non li reggo!
E voi? avete canzoni che vi riportano al passato?
Nadja

Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *