Afte che stress

Oggi parliamo di quelle feritine rotondeggianti, giallastre e contornate di rosso che possono venire su qualsiasi superficie molle dell’interno della bocca, lingua compresa. Le avete riconosciute? Vi aiuto ancora un po’: sono dolorose, bruciano e più le tocchi e più sembrano peggiorare. Esatto! Sto parlando delle afte! Non esiste ancora una spiegazione scientifica del perché vengano, c’è sicuramente una componente genetica e immunologica, ma quello che ad oggi sappiamo è che si presentano a seguito di diversi fattori: stress ( strano eh?), debilitazioni fisiche, traumi ( masticazione accidentale di lingua o guancia, apparecchi ortodontici, cibo croccante) e fase luteale del ciclo mestruale (ma tutte noi donne devono capitare?). Pare che ci sia anche un collegamento tra la ricorrenza delle afte e la carenza delle vitamine del complesso B, alcune malattie croniche come il morbo di Crhon e la celiacha.
Nei casi più gravi sono lesioni che possono causare vere difficoltà nel mangiare e nel parlare, cosa fare allora?

Niente paura, ecco qui qualche consiglio e qualche rimedio per guarire più in fretta:

– evitare dentifrici con microgranuli e tensioattivi come il Sodio Lauril Solfato;
– evitare cibi troppo speziati, troppo caldi o croccanti ed irritanti;
– utilizzare dentifrici e collutori che contengano zinco cloruro (Es: Forhans Special) o a base di Aloe Vera (Es: AloeFresh Esi);
– utilizzare gel o spray a base di acido ialuronico e blandi anestetici (Es: Buccagel Curaden) o zinco cloruro e aloe vera (Es: Aftabrand Forhans);
– utilizzare a modi collutorio 3 gocce di estratto di Melaleuca (Tea Tree) in un dito d’acqua per 1 minuto senza risciacquare con acqua dopo anche se ha un saporaccio;
– utilizzare a modi collutorio la polvere Bolus Eucalypti polvere di Weleda a base di belladonna e eucalipto.

Afte che stress

Per capire cosa sia meglio per voi, date un colpo di telefono al vostro Igienista Dentale di fiducia!

Ricordatevi sempre di non sottovalutare quello che succede nella bocca, perché se le afte sono ricorrenti potrebbe essere necessaria una integrazione di vit B e acido folico, oppure se le afte facessero fatica a guarire (oltre le 4 settimane) o se venisse qualche linea di febbre potrebbero essere specchio di qualche problema più grande, in quel caso rivolgetevi al dentista o al medico di base.

Per dubbi, domande e richieste sono a disposizione, come sempre!
Alla prossima!
Tatiana

Share:

Lascia un commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi obbligatori sono indicati con *